BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates

Bendaggio funzionale

Il bendaggio funzionale è una tecnica di immobilizzazione parziale che utilizza bende adesive (estensibili ed inestensibili) opportunamente combinate per ridurre i tempi di guarigione rispetto alle metodiche di immobilizzazione tradizionali.

L’articolazione viene messa in scarico e protetta, soltanto nella direzione di movimento dolorosa o patologica.

UTILIZZI

PREVENZIONE

Utilizzato normalmente per la gara e l’allenamento con la finalità di proteggere le strutture potenzialmente più vulnerabili.

Tale vulnerabilità generalmente può dipendere da squilibri posturali, instabilità croniche secondarie a pregressi eventi traumatici, carichi iterativi submassimali cronici ad effetto lesivo cumulativo.

TERAPEUTICO

Utilizzato in seguito a lesioni traumatiche acute (es. distorsioni di caviglia) che non necessitano di apparecchi gessati, ma che richiedono una parziale mobilità ai fini di evitare il rigonfiamento dell’articolazione e di favorire un più veloce recupero.

Il fine è quello di ottenere la guarigione clinica della lesione evitando l’immobilizzazione totale.

RIABILITAZIONE

Utilizzato quando, raggiunta la guarigione strutturale della lesione (indipendentemente dalla gravità e dal tipo di trattamento) , si vuole ottenere un precoce ripristino della completa articolarità, della vigilanza propriocettiva e della coordinazione motoria.

STABILIZZAZIONE

Ha il compito di potenziare la funzione di contenzione di legamenti ipovalidi, insufficienti o comunque vulnerabili sotto lo stress del carico sportivo.

La stabilità attiva è condizionata dalla esigenza tecnica di preservare il movimento fisiologico e quindi di mantenere attiva la propriocettività.

COMPRESSIONE

Ha il compito di esercitare un’azione pressoria che si oppone in termini fisici alla formazione di eventuali versamenti articolari o di ematomi muscolari.

SUPPORTO PSICOLOGICO

L’atleta protetto dal bendaggio ritrova più rapidamente quel senso di sicurezza indispensabile per una maggiore vigilanza soggettiva ed un migliore rendimento atletico.

CONTROINDICAZIONI

Il trattamento non è indicato in presenza di fratture recenti, rotture tendinee, lesioni ampie aperte, allergia agli adesivi delle bende, turbe circolatorie in genere e malattie dermatologiche.